Auguri e regalo di Natale

25 12 2008

Anche oggi come il 25 Dicembre di ogni anno è arrivato il Natale. Non sto qui a dirvi nuovamente come la penso riguardo questa festa perchè ne ho già parlato lo scorso anno. Invece volevo proporvi un simpatico omaggio natalizio che potrete regalarvi ed anche regalare ai vostri amici. Si tratta di un DVD contenente tutte le 25 videoguide riguardanti GIMP, realizzate da Antonio Cantaro. Il DVD comprende anche una copertina (con spazio per la dedica) da inserire nella custodia per renderlo più carino. Sicuramente anche se semplice può essere un regalo molto utile per chi non è molto esperto sull’argomento e sicuramente apprezzato. Da non sottovalutare, con i tempi che corrono…che è gratuito.

http://telefilmland.files.wordpress.com/2006/12/happy-holidays-2006.jpg

Detto ciò non mi resta che farvi tantissimi auguri di Buon Natale, e un coloroso abbraccio.





Guide del Majorana di Gela su OpenOffice.org!

1 11 2008

Ebbene si….anche questa volta vi parlo del nostro caro Antonio Cantaro, docente dell’istituto Majorana di Gela. Oggi però non voglio illustrarvi alcuna nuova guida, ma rendervi partecipi del successo raggiunto. Infatti, le video guide sulla suite OpenOffice realizzate da Antonio sono state scelte come guide ufficiali nel sito OpenOffice.org.

OpenOffice3 pubblicate le guide del Majorana

Non possiamo che esserne orgogliosi. Tanto riconoscimento sicuramente ripaga il lavoro e la fatica che sono stati necessari per la realizzazione delle video-guide, miranti ad avvicinare, con semplicità ed immediatezza, al mondo del software libero chiunque voglia varcare o soltanto provare questi utilissimi programmi.

Mi è sembrato giusto contribuire alla diffusione della notizia, perchè sono iniziative che dovrebbero andare premiate.🙂





Uno sguardo ad OpenOffice e LATEX

27 09 2008

Nel mondo dell’open source ci sono tantissime valide alternative ai software a pagamento. Antonio Cantaro ha preparato delle guide rivolte alle persone alle prime armi, in cui spiega come usare due ottimi software multi piattaforma, indispensabili sia per l’ufficio che per uso domestico. Come avrete già capito dal titolo sto parlando di OpenOffice e LATEX.

Con questa suite completa avrete tutto il necessario per lavorare: video scrittura, foglio elettronico, presentazioni, grafica vettoriale, database, biglietti da visita, editore HTML, documento master, etichette, formulario XML, matematica, ecc.. In definitiva avrete a disposizione una validissima alternativa ad Office della Microsoft. Però, mentre Office costa un mucchio di soldi (da € 457 quella Standard, a € 778 la Ultimate, IVA esclusa), OpenOffice è completamente gratuito. OpenOffice.org è, inoltre compatibile con i formati di Miscrosoft Office, ossia può leggere ed esportare nei formati di Microsoft. Qui troverete sia le istruzione per usarlo su Ubuntu sia su Windows.

Un’altro software molto più professionale è LATEX. Esso è usato soprattuto da chi vuole scrivere formule matematiche, economiche, chimiche o di altro genere oppure vuole realizzare grafici, libri ed altro, che con i normali strumenti di video scrittura non è possibile ottenere. LATEX è un software completamente gratuito, open source e multi-piattaforma, cioè funziona benissimo con qualunque sistema operativo. I documenti scritti in LATEX si possono velocemente convertire anche in pdf. Il sito dell’Istituto Majorana offre un’ottima guida gratuita per imparare ad utilizzare al meglio questo fantastico strumento.

Insomma, non vi resta altro che provarli!🙂





BOINC e il calcolo distribuito

19 09 2008

Io, come credo anche molti di voi, lascio il pc acceso per parecchie ore anche quando non lo utilizzo. Questo comporta uno spreco di risorse senza averne nessun vantaggio, quindi perchè non utilizzare il proprio pc per un nobile scopo, ovvero aiutare la scienza e la ricerca!?!😀 Vi starete sicuramente chiedendo, come? Con il calcolo distribuito! Esso consiste nell’utilizzare la potenza di calcolo di diversi pc collegati in rete, sparsi in tutto il mondo per effettuare calcoli che anche i super computer impiegano parecchio tempo per svolgere. Anche se naturalmente il nostro computer ha un processore che non è neanche minimamente paragonabile a quello di un super computer, unendo la potenza di migliaia di pc possiamo dare un aiuto importante per velocizzare i progetti di ricerca.

Un programma che sfrutta questo sistema, e che ho scoperto qualche giorno fa nel blog del mio amico Gim²y, è BOINC. Questo programma è stato sviluppato dai ricercatori dell’Università di Berkeley, e sfrutta le risorse inutilizzate del proprio pc. Infatti non noterete alcun rallentamento, perchè quando verrà richiesto da un’altro programma un maggiore utilizzo del processore, BOINC lo libererà. Naturalmente l’utilizzo del processore mentre il programma è aperto sarà sempre al 100%, quindi ci sarà un maggior consumo di energia. Una volta installato il programma, registrato l’account e scelto il progetto che preferite non dovrete fare nient’altro. BOINC è disponibile sia per Windows, GNU/Linux e MAC.

Per installarlo su Ubuntu basta semplicemente digitare da terminale:

sudo apt-get update

sudo apt-get install boinc-client boinc-manager

Se per caso volete approfondire l’argomento vi lascio alcuni link dove troverete diverse informazioni:

BOINC

Calcolo Distribuito

[GUIDA] Calcolo Distribuito-BOINC

In questo modo potrete aiutare il mondo e la ricerca senza fare alcuna fatica!🙂





Alcuni validi motivi per passare a Linux

20 08 2008

Sempre più utenti ormai migrano da Windows a sistemi alternativi. Per tutti quelli che sono ancora indecisi se è meglio passare a GNU/Linux a seconda delle proprie esigenze o per quelli che non lo conoscono proprio, vi segnalo una guida molto interessante realizzata dal Prof. Antonio Cantaro dell’Istituto Majorana di Gela.
La “guida” non è altro che un piccolo sotto-sito di appena 36 pagine, realizzato all’interno di un ben più esteso portale scolastico no-profit, contenente numerose risorse (manuali e video-guide) tutte gratuite.

Perchè passare a Linux

In questo sito vengono elencati tutti i motivi per cui passare a Linux, ma anche quelli per cui non abbandonare Windows, naturalmente dipende dall’uso che ogni utente deve fare del proprio computer.

Istitutimajorana.it - Ubuntu Facile, manuale gratuto, con video guide

Inoltre, per gli utenti alle prime armi che hanno da poco intrapreso questa strada, potrete trovare anche una guida molto completa e dattagliata su come utilizzare Ubuntu, una delle più famose distribuzioni Linux. Naturalmente il tutto è gratuito e no-profit, quindi bisogna solo premiare queste inziative perchè aiutano utenti che hanno poca esperienza a familiarizzare con un sistema operativo fino ad allora per loro sconosciuto.😉





Veoh tv anche su Linux

30 07 2008

Qualche giorno fa volevo vedere dei film che sono caricati su Veoh tv, ma come saprete se non si scarica il Veoh player si possono vedere solo i primi cinque minuti. Mentre stavo cercando di scaricarlo però mi accorgo che il setup è solo per Windows o Mac, ma non mi sono dato pervinto e ho cercato in giro per la rete nella speranza di qualche soluzione, e devo dire che mi ha aiutato anche un gentilissimo utente di un forum yoda609. Così ho trovato un modo che funziona alla perfezione, l’unica pecca è che i film si devono scaricare e non si possono vedere in streaming. Però poco male, l’importante è riuscire a vederli, anzi con questo programma non c’è neanche bisogno di registrarsi. Sto parlando di Veoh Proxy. L’installazione è molto semplice e richiede pochissimo tempo.

Innanzitutto scaricate il programma da questo sito manualmente, oppure da terminale dando il comando:

wget http://veohproxy.googlecode.com/files/VeohProxy-1.4.zip

Se non lo è già, portate il file .zip scaricato nella vostra home, ed estraetene il contenuto con il comando:

unzip VeohProxy-1.4.zip

Dentro la nuova cartella che si sarà creata ci saranno tre file con estensione .py, perchè fatti in python, quindi dovete avere installato questo pacchetto, ma in molte distribuzioni fra le quali Ubuntu è già presente.

A questo punto aprite il terminale ed entrate dentro la nuova cartella creatasi con il comando:

cd VeohProxy-1.4

Dopodichè avviate il programma digitando il comando:

python VeohProxy.py

Adesso nel terminale vi dovrebbe comparire come output una scritta simile a questa:

Mon Jul 28 12:37:49 2008 VeohProxy Starts - 127.0.0.1:64653

che naturalmente cambia in base alla data e all’ora indicata nel vostro computer. Questo sta ad indicare che il programma si è messo in ascolto nella porta 64653.

Fatto questo sciegliete il video che volete vedere, e nel link in alto copiate il permalink ovvero il codice dalla “v” in poi.
Ad esempio nel link: http://www.veoh.com/videos/v144296477hDc9cZ9, il permalink è: v144296477hDc9cZ9.

Ormai abbiamo quasi finito. Per scaricare il video sul pc vi basterà solo aprire una nuova tab nel browser e digitare questo codice:

127.0.0.1:64653/permalink_del_video

nel nostro caso: 127.0.0.1:64653/v144296477hDc9cZ9

e il download partirà automaticamente. Vi ricordo che ogni volta che dovete scaricare un video dovete logicamente sempre avviare prima il programma. Così potrete godervi in qualsiasi momento tutti i film che volete senza necessariamente dover andare su Windows o Mac. A questo punto non mi resta altro che augurarvi buona visione!😉

Aggiornamento: Un lettore, Alex_XXI, mi ha suggerito che i video si possono vedere in streaming semplicemente digitando il codice del video nel vostro player preferito. Ad esempio, in Totem, considerando il codice del video precendentemente usato, basterà fare click su Filmato—>Apri posizione ed inserire il suddetto codice. Naturalmente prima dovete avviare VeohProxy e così i video partiranno automaticamente in streaming. Ringrazio Alex_XXI per avermi ricordato questo metodo.😉

Aggiornamento2: Grazie ad un’altro lettore, Franz, sono venuto a conoscenza della soluzione al problema di VeohProxy, che da un pò di tempo non funziona più. Per poter utilizzare di nuovo VeohProxy basta cercare nel file VeohProxy.py, che si trova in /home/vostro_nome_utente/VeohProxy-1.4/, la riga situata circa a meta del documento:

url = 'http://www.veoh.com/service/getMediaInfo.xml'

e modificarla in:

url = 'http://www.veoh.com/service/getMediaInfo.xml?clientGUID=""&version="3.0.0"'

Salvate e chiudete il file e tutto ritornerà a funzionare come prima. Grazie a Franz della segnalazione.🙂





Ubuntu 8.04 finalmente è arrivata!

25 04 2008

Devo dire che è davvero da molto tempo che non faccio articoli. Ma purtroppo con tutte le cose che ho da fare è difficile trovare un pò di spazio per scrivere. Quindi ne approfitto quando ho qualche giorno di vacanza. Infatti non potevo non annunciare l’uscita della nuova versione di Ubuntu. Ubuntu 8.04 chiamata anche Hardy Heron, ovvero Airone Audace, presenta come al solito diverse novità, tra le quali:

  • Migliore compatibilità con CompizFusion
  • Maggiore velocità nel boot
  • Integrazione di strumenti di ricerca
  • Miglioramenti nel suppporto hardware

e molto altro ancora…..

Come al solito io aspetterò un pò di tempo per scaricarla, questa volta farò direttamente una nuova installazione, visto le esperienze passate. Oggi stavo provando a scaricarla, e ho visto che i server giustamente sono molto intasati, però se proprio siete impazienti e volete scaricarla subito potete sempre prenderla dai torrent. Non vedo l’ora di provarla, per testare personalmente tutte le novità. Sono sicuro che gli sviluppattori avranno fatto un ottimo lavoro. Quindi vi auguro a tutti buon download, e quelli che l’hanno già provata mi dicano le loro opinioni!😉








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.