Bloxorz: un gioco che ti fa perdere la testa

30 06 2007

Leggendo il blog di Geekissimo, sono venuto a conoscienza di un rompicapo: Bloxorz. Così ho deciso di provarlo, e vi posso assicurare che è davvero bello, perchè è un gioco di logica, e una volta iniziato non si vorrebbe chiuderlo più . Questo gioco consiste nello spostare un parallelepipedo, cercando di farlo cadere nel buco che c’è nel pavimento. Per spostare il blocco dovete usare i tasti direzionali nella vostra tastiera.

Inoltre in alcuni livelli ci sono delle caselle diverse. Quelle con la monetina, quando ci si passa di sopra, aprono o chiudono dei ponti, quelle con la “x”, fanno la stessa cosa, però il blocco deve essere posizionato in verticale per attivarle, quelle arancioni, in cui il blocco può passare solo in orrizontale, mentre quelle con le parentesi tonde servono per dividere il parallelepipedo in due cubi, e per scegliere quale dei due cubi spostare potete usare la barra spaziatrice.

I livelli in totale sono 33, io li ho finiti tutti, ma dopo molte ore passate davanti al pc.
Se per caso non volete più giocare, e non volete ricominciare da capo, potrete riprendere dal livello che eravate arrivati scrivendo il passcode, che trovate in alto a destra nel gioco.
Vi consiglio a tutti di provarlo. Buon divertimento. 😉

Annunci




Scrivere in MSN col nick dell’altro contatto

25 06 2007

Molti lettori mi hanno chiesto di scrivere altri trucchi per Windows Live Messenger. Oggi vi spiego un trucco molto carino per fare scherzi, e far uscire pazzi i vostri contatti!
Per fare ciò abbiamo bisogno di Messenger Discovery Live. Dopo averlo scaricato e installato, apriamo in Windows Live Messenger una conversazione con un contatto, a questo punto scriviamo questo codice !imitate (testo che volete)
in questo modo compariranno il tipo di scrittura e il nick identici a quelli del contatto con il quale state chattando, come se sia stato lui a scrivere. Naturalmente il messaggio con scritto !imitate (testo che volete), non sarà visualizzato dal vostro contatto, ma solamente da voi.

N.B. Se però usate lo script per Messenger Plus! Live, Message Gladiator, questo trucco non funzionerà. Mentre se Message Gladiator lo usa l’altro contatto, la scrittura non sarà uguale, in quanto non può venire sfumata. 😉





Scrivere in MSN col nick dell’altro contatto

25 06 2007

Molti lettori mi hanno chiesto di scrivere altri trucchi per Windows Live Messenger. Oggi vi spiego un trucco molto carino per fare scherzi, e far uscire pazzi i vostri contatti!
Per fare ciò abbiamo bisogno di Messenger Discovery Live. Dopo averlo scaricato e installato, apriamo in Windows Live Messenger una conversazione con un contatto, a questo punto scriviamo questo codice !imitate (testo che volete)
in questo modo compariranno il tipo di scrittura e il nick identici a quelli del contatto con il quale state chattando, come se sia stato lui a scrivere. Naturalmente il messaggio con scritto !imitate (testo che volete), non sarà visualizzato dal vostro contatto, ma solamente da voi.

N.B. Se però usate lo script per Messenger Plus! Live, Message Gladiator, questo trucco non funzionerà. Mentre se Message Gladiator lo usa l’altro contatto, la scrittura non sarà uguale, in quanto non può venire sfumata. 😉





Cambiare la grafica di XP con quella di Vista

21 06 2007

This image has been scaled down to fit your computer screen. Click on it to show it in the original size.

Se c’è una cosa che mi piace del nuovo sistema operativo di casa Microsoft (Windows Vista), questa è la grafica. Oggi ho scoperto un programma per trasformare la grafica di Windows XP in quella di Windows Vista. Di questi programmi su internet se ne trovano molti, ma la maggiorparte sono pesanti e consumano moltissima ram e CPU.

Il programma di cui vi parlo si chiama VistaMizer, è completamente in italiano, è leggerissimo, e fino ad adesso non mi ha dato alcun tipo di problema. Dopo averlo installato e riavviato il sistema, noterete che è cambiato proprio tutto, dalla schermata di avvio alle icone, e il vostro pc sotto l’aspetto grafico sarà identico a Vista. Naturalmente questo programma agisce esclusivamente sull’aspetto grafico del sistema, ma per sicurezza è sempre meglio fare un backup dei dati, e creare un punto di ripristino. 😉





Come rimuovere il virus Myphoto.zip

18 06 2007

Da un pò di tempo gira su Windows Live Messenger un fastidiosissimo virus chiamato Myphoto.zip. Quando questo virus infetta un sistema (naturalmente Windows), si auto-invia sempre con il nome di Myphoto.zip quando si chatta con un altro contatto. Molti anti-virus, purtroppo, non sono ancora in grado di rimuovere questo virus. Ma seguendo questa guida si può rimuovere manualmente:

N.B. Prima della rimozione fare il backup del registro. Riavviate in Modalità provvisoria (premendo il tasto F8 al caricamento del sistema), apriamo il Task Manager (Ctrl+Alt+Canc) e terminiamo, se presente, l’applicazione aggiunta dal worm. Chiudete il Task Manager, quindi cercate ed eliminate i seguenti files:

  • C:\windows\instl.exe
  • C:\windows\undllx.sys
  • C:\windows\systeml32x.exe
  • C:\windows\systemvxd32v.exe
  • C:\windows\empzip.tmp
  • C:\windows\vxdload.log
  • C:\windows\winload.log
  • C:\x.exe

Fatto ciò andate nella cartella dell’esecuzione automatica Start—>Tutti i programmi (o programmi)—>Esecuzione automatica, ed eliminate il file DLLXW.EXE

Da Start—>Esegui scrivete regedit, andate nella chiave:

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Run

ed eliminate dal pannello a destra il valore “load32″=”%System%l32x.exe” (%System% è la directory riferita al proprio sistema operativo). Andate in:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon

e dal pannello di destra sotto la colonna “Nome” cambiate la stringa
Shell = explorer.exe C:\windows\systemvxd32v.exe

con

Shell = explorer.exe
confermate e chiudete il registro.
Quindi andate in Start—>Esegui, scrivete win.ini, premete OK e sostituite il valore:


[windows]
run = C:\Windows\undllx.sys

con:

[windows]
run =

cliccate su File e poi su Salva

Da Start—>Esegui scrivete system.ini, premete OK e sostituite il valore:
[boot]
shell=explorer.exe c:windowssystemvxd32v.exe

con:


[boot]
shell=explorer.exe

fate click su File e poi su Salva.

Riavviate il computer. Sempre dalla modalità provvisoria, fate una scansione con l’antivirus aggiornato. Riavviate in modalità normale.

N.B. Prima della procedura di rimozione ricordarsi che su sistemi operativi WinME e WinXP si consiglia di disabilitare il Ripristino di configurazione del sistema (System Restore). Per fare ciò, seguite questo procedimento:

Andate su Start—>Guida in linea e supporto tecnico—>Annula le modifiche apportate al computer con Ripristino configurazione di sistema—>Impostazioni ripristino configurazione di sistema—>Disattiva ripristino configurazione di sistema. Quindi fate click su OK.

Terminata la rimozione del virus, riattivate il Ripristino di configurazione di sistema. 😉



Aggiornamento importante: Ho scoperto che il virus può essere rimosso anche con MSNFix insieme a CCleaner. Ed inoltre viene rilevato anche da Nod32.





Richard Stallman:”Bill Gates ci ruba la libertà”

14 06 2007

All’appuntamento faccia-a-faccia con Francesco Profumo, il rettore del Politecnico di Torino, si presenta così Richard Stallman, classe 1953, laurea in fisica a Harvard nel ‘74.
Ma tutti lo perdonano: è il fondatore del movimento del software libero e colui che ha coniato il termine «copyleft» (l’opposto di copyright, ma anche un invito a schierarsi a sinistra e a copiare, insomma del tutto politicamente scorretto). Un guru che del guru ha tutta l’iconografia: un cervello fino, e due occhi azzurri penetranti immersi in un corpulento hippy capellone con barbona incolta e pancetta (perché gli piace la buona tavola e nei suoi innumerevoli hobby non è prevista l’attività fisica), che viaggia per il mondo con i sandali ai piedi (quando li mette) a predicare contro Microsoft, leader mondiale del software proprietario, «impero del male». Già che c’è, partecipa alle manifestazioni di protesta contro George Bush, che vorrebbe vedere arrestato per crimini contro l’umanità. Ha appena concluso un’importante visita pastorale in Italia, seguito da uno stuolo di adepti che gli portano le valige, lo ospitano a casa loro e lo sostengono via Internet. Dopo l’audizione alla Camera della settimana scorsa, è stato lunedì sera a Torino ospite del Politecnico, dove in un incontro con Profumo ha fatto impegnare pubblicamente il rettore a rivedere l’accordo che le istituzioni hanno firmato con Microsoft per sviluppare ricerca e innovazione all’Università, in nome della trasparenza e della libertà. 🙂

fonte: http://www.lastampa.it/





Richard Stallman:”Bill Gates ci ruba la libertà”

14 06 2007

All’appuntamento faccia-a-faccia con Francesco Profumo, il rettore del Politecnico di Torino, si presenta così Richard Stallman, classe 1953, laurea in fisica a Harvard nel ‘74.
Ma tutti lo perdonano: è il fondatore del movimento del software libero e colui che ha coniato il termine «copyleft» (l’opposto di copyright, ma anche un invito a schierarsi a sinistra e a copiare, insomma del tutto politicamente scorretto). Un guru che del guru ha tutta l’iconografia: un cervello fino, e due occhi azzurri penetranti immersi in un corpulento hippy capellone con barbona incolta e pancetta (perché gli piace la buona tavola e nei suoi innumerevoli hobby non è prevista l’attività fisica), che viaggia per il mondo con i sandali ai piedi (quando li mette) a predicare contro Microsoft, leader mondiale del software proprietario, «impero del male». Già che c’è, partecipa alle manifestazioni di protesta contro George Bush, che vorrebbe vedere arrestato per crimini contro l’umanità. Ha appena concluso un’importante visita pastorale in Italia, seguito da uno stuolo di adepti che gli portano le valige, lo ospitano a casa loro e lo sostengono via Internet. Dopo l’audizione alla Camera della settimana scorsa, è stato lunedì sera a Torino ospite del Politecnico, dove in un incontro con Profumo ha fatto impegnare pubblicamente il rettore a rivedere l’accordo che le istituzioni hanno firmato con Microsoft per sviluppare ricerca e innovazione all’Università, in nome della trasparenza e della libertà. 🙂

fonte: http://www.lastampa.it/